Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Depositate le motivazioni della sentenza di appello

Processo Meredith: per i giudici non ci sono prove, solo indizi


Processo Meredith: per i giudici non ci sono prove, solo indizi
15/12/2011, 15:12

PERUGIA - I giudici della Corte d'Assise d'Appello di Perugia hanno depositato le motivazioni della sentenza di assoluzione nei confronti di Amanda Knox e Raffaele Sollecito, accusati dell'omicidio della studentessa inglese Meredith Kerchner.
In esse viene spiegato che nel processo sono emersi indizi contro gli imputati ma non hanno assunto quelle caratteristiche ("gravi, precisi e concordanti", dice il Codice Penale) tali da elevarli al rango di prova. Inoltre si spiega che il testimone principale, Quintavalle, viene considerato scarsamente attendibile; cosa che costituisce un altro colpo all'impianto accusatorio
Nelle motivazioni poi si ritorna sulla condanna dell'ivoriano Rudy Guede, spiegando che non è necessario di un concorso di colpa. In altri termini, l'omicidio potrebbe essere stato compiuto dal solo straniero, senza che vi abbiano partecipato altre persone. I giudici concludono affermando che non vi sono prove a carico degli imputati e non spetta alla Corte valutare quale possa essere stata l'esatta dinamica degli avvenimenti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©