Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Un centinaio di persone con il fiocco azzurro

Processo Mills: Berlusconi non c'è, la sua clacque sì

Si sta sentendo la consulente del Pm

Processo Mills: Berlusconi non c'è, la sua clacque sì
21/03/2011, 14:03

MILANO - Questa mattina è iniziata l'udienza del processo Mills, nel Tribunale di Milano, che vede imputato il Presidente del COnsiglio SIlvio Berlusconi, accusato di aver pagato 600 mila dollari a David Mills, avvocato inglese, per mentire quando è stato sentito come testimone in due processi a carico del Cavaliere.
Oggi è stata sentita una consulente del Pubblico Ministero, incaricata di seguire i flussi finanziari che dimostrano in quali tappe è avvenuto l'esborso. SI tratta di una serie di passaggi fatti su conti correnti di banche di diversi Paesi allo scopo di far perdere le tracce di chi ha emesso la somma all'inizio e culminate nell'acquisto di quote di un fondo azionario, la cui titolarità poi è stata passata a Mills. Quindi è stato necessario un lavoro certosino di ricostruzione, spesso con scarsa collaborazione dei Paesi e delle banche.
Ma il tratto più caratteristico del processo era il pubblico: erano presenti un centinaio di persone, parte in aula e parte fuori, tutte con un fiocco azzurro "in difesa della libertà". Ovviamente di Silvio Berlusconi, trattandosi di sostenitori del Pdl. Prima del processo hanno anche incontrato gli avvocati Nicolò Ghedini e Piero Longo, con cui si sono intrattenuti diversi minuti e si sono fatti anche fotografare e filmare insieme. Era questo che intendeva Berlusconi quando diceva che averbbe parlato alla gente a proposito dei processi in cui è imputato?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©