Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Iniziata oggi l'ennesima udienza

Processo Mills: la difesa Berlusconi valuta la ricusazione dei giudici


Processo Mills: la difesa Berlusconi valuta la ricusazione dei giudici
26/01/2012, 12:01

MILANO - Passato l'improvviso (e molto opportuno) mal di testa, oggi David Mills si è ripresentato nel Tribunale di Londra per rispondere in videoconferenza al controinterrogatorio della difesa di Silvio Berlusconi, nel processo che vede quest'ultimo imputato di aver versato all'avvocato inglese 600 mila dollari per rendere falsa testimonianza in due processi che lo riguardavano.
Dovrebbe essere l'ultima udienza per il controinterrogatorio, poi il 31 gennaio ci dovrebbe essere l'esame dell'imputato. Ma l'avvocato Ghedini, che sta portando avanti un atteggiamento ostruzionistico per raggiungere la prescrizione prima della sentenza, ha giàcomunicato che questa udienza non sarà sufficiente per concludere l'esame. E già si pongono le basi per una contrapposizione alla prossima udienza. Infatti, secondo la Difesa, sarà il 31 gennaio la scadenza dei termini di prescrizione; mentre secondo la Procura si arriva al 14 febbraio. Un calcolo che non è facile da fare, data l'enorme quantità di leggi che hanno cercato di bloccarlo: lodo Alfano, ma prima il lodo Schifani, la legge ex Cirielli, e così via. A cui vanno aggiunti i tantissimi rinvii chiesti ed ottenuti dalla difesa, alcuni dei quali comportano la sospensione del decorrere dei termini di prescrizione. E' chiaro che in questa maniera il calcolo può essere sbagliato, chiunque lo faccia.
E già si prepara il passo successivo: se alla prossima udienza il Tribunale non dovesse riconoscere l'avvenuta prescrizione, scatterebbe la richiesta di ricusazione contro i giudici. Insomma, gli avvocati di Berlusconi chiederebbero ai giudici di trasferire il processo ad altri giudici, in quanto loro sono parziali e non in grado di giudicare con terzietà. Insomma, la scusa giusta per mandare più facilmente in prescrizione un processo che la maggioranza del Pdl ha condannato alla prescrizione sin dall'inizio, grazie al taglio della prescrizione fatta con la legge ex Cirielli.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©