Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Il processo non è ancora iniziato, l'aula è troppo piccola

Processo No Tav: bagarre in aula, colpito cameraman Rai


Processo No Tav: bagarre in aula, colpito cameraman Rai
21/11/2012, 10:33

TORINO - Iniziato a Torino il processo contro i No Tav per gli scontri al cantiere di Chiomonte nell'estate del 2011. Sotyto accusa ci sono 45 imputati di cui due ancora in carcere in custodia cautelare. 
O meglio, si è cercato di iniziare, ma è stato necessario interrompere immediatamente per un problema logistico: l'aula assegnata era troppo piccola e quindi bisogna spostarlo in un'aula più grande.
Nell'attesa, l'atmosfera è già calda: un presidio dei No Tav blocca la strada davanti al Tribunale, costringendo le auto a cambiare strada; mentre in aula ci sono decine di attivisti che, all'apparire del giudice gli hanno gridato "vergogna, vergogna". Brutto incidente anche per un cameraman della Rai che ha denunciato di essere stato colpito da un pugno allo stomaco da uno degli attivisti, solo perchè si è rifiutato di spegnere la telecamera. Anche se bisogna ricordare che le riprese all'interno dell'aula del Tribunale sono possibili solo con il permesso del giudice e con l'assenso di tutti gli imputati ad essere ripresi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©