Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Gli altri imputati condannati fino a 9 mesi di reclusione

Processo No Tav: Grillo condannato a 4 mesi


Processo No Tav: Grillo condannato a 4 mesi
03/03/2014, 17:04

TORINO - Il Tribunale di Torino ha condannato Beppe Grillo a 4 mesi di reclusione, con l'accusa di aver violato i sigilli ad una costruzione abusiva usata come punto di incontro dai No Tav. Il fatto avvenne lo scorso 5 dicembre 2010, quando davanti alle telecamere Grillo ruppe i sigilli ed entrò insieme ad altri leader del movimento No Tav, nonostante il Maresciallo dei Carabinieri lo avesse avvisato che l'avrebbe denunciato. Ma si sa che il padrone del Movimento 5 Stelle non ha mai saputo rinunciare a farsi riprendere, e quindi violò la legge. 

Ed oggi si prende gioco dei magistrati, pubblicando un post sul suo blog, a nome di un sostenitore: "C'è condanna e condanna: per me quei quattro mesi per la rottura 'di quei sigilli violati dal vento' sono una medaglia al valore civile. Perchè non sempre la 'giustizia' coincide con la 'legalità'. Sarà dura!". Infatti, violare dei sigilli è sempre una violazione della legalità. 

Nel processo ci sono state 10 assoluzioni su 21 imputati. Tra gli altri condannati c'è Alberto Perino, 4 mesi; Francesco Richetto, cinque mesi e dieci giorni; Nicoletta Dosio, quattro mesi; Guido Fissore, sette mesi e dieci giorni; Stefano Milanesi, sei mesi e dieci giorni. Nessuno ha avuto una condanna superiore a 6 mesi. 

Comunque, rischia di essere una condanna inutile: la prescrizione è vicina e un ricorso in appello potrebbe farla scattare.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©