Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

PROCESSO PER DUE DEGLI ARRESTATI PER ROMA-NAPOLI


PROCESSO PER DUE DEGLI ARRESTATI PER ROMA-NAPOLI
23/09/2008, 10:09

Si è svolto ieri, davanti al Giudice monocratico Maria Bonaventura, nel Tribunale penale di Roma, il processo contro due degli arrestati lo scorso 31 agosto, durante i tafferugli avvenuti durante e dopo la partita di calcio Roma-Napoli. Danilo Durevole, di San Giorgio a Cremano, ha patteggiato la pena. L'accusa era di resistenza all'arresto e di dentenzione di "torcia esplosiva", come è stata qualificata la bomba carta che aveva. L'imputato era contumace, cioè assente senza giustificato motivo, e il suo difensore, l'Avvocato Alessandro Cacciotti, ha ottenuto una pena di soli 4 mesi e 10 giorni di reclusione e 800 euro di multa, con la sospensione condizionale della pena. Vuol dire che per ora è libero e se per i prossimi cinque anni Durevole non commetterà reati, la pena verrà cancellata; altrimenti sconterà questa e quella. DIverso il caso dell'altro arrestato, Diego De Martino. Lui ha già una precedente condanna per rapina. Quindi i suoi difensori, oltre a Cacciotti c'era anche l'Avvocato Lorenzo Contucci, hanno chiesto il rito abbreviato, cioè un processo che si basa per lo più sugli atti già acquisiti, ma che consente all'imputato di beneficiare una riduzione di un terzo della pena finale. Hanno però chiesto di integrare le prove con una perizia sulle impronte digitali che sono sul coltello che, secondo il verbale della Polizia, De Martino aveva in mano al momento dell'arresto, in quanto l'imputato ha sostenuto, attraverso i suoi legali, di non avere avuto alcun coltello. Il Giudice ha accettato e rinviato per predisporre la perizia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©