Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Oggi la requisitoria del Pg, la sentenza il 18 luglio

Processo Ruby, Pg: "Non è necessario sentire Clooney o Ronaldo"


Processo Ruby, Pg: 'Non è necessario sentire Clooney o Ronaldo'
11/07/2014, 11:13

MILANO - Udienza del processo d'appello contro Silvio Berlusconi, accusato di concussione e di aver avuto rapporti sessuali con una prostituta minorenne (il cosiddetto "processo Ruby") e condannato a 7 anni in primo grado. 

Oggi tocca al Procuratore Generale fare la sua requisitoria. Una requisitoria che in sostanza chiede di respingere il ricorso della difesa e di confermare la condanna di primo grado. E' poi passato ad esaminare i vari punti del ricorso. Ha respinto la richiesta di sentire persone come George Clooney (che dovrebbe testumoniare su una cena fatta ad Arcore) o Ronaldo (che avrebbe dovuto testimoniare di avere avuto rapporti a pagamento con Ruby senza sapere che era minorenne, quindi autoaccusarsi di un reato), in quanto si tratterebbe di gossip. Mentre ha contestato il punto centrale del ricorso della difesa, ricordando che Berlusconi avrebbe telefonato alla Questura di Milano, per far liberare Ruby, abusando della sua qualità di Primo Ministro - come detto nelle motivazioni della sentenza di primo grado - e non nell'esercizio delle sue funzioni, come invece dice la Difesa. 

Il Pg ha inoltre contestato la richiesta della difesa di rinviare il processo in primo grado davanti al Tribunale di Monza, dato che il dottor Ostuni (responsabile della Questura di Milano) abitava a Sesto San Giovanni, su cui è competente Monza. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©