Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Il Pm si lamenta per l'ostruzionismo della Difesa

Processo Ruby: sentite le sorelle Ferrera, ex meteorine


Processo Ruby: sentite le sorelle Ferrera, ex meteorine
19/11/2012, 15:06

MILANO - Va avanti il processo che vede Silvio Berlusconi accusato di concussione e di prostituzione minorile. 
Oggi sono state sentite in particolare le sorelle Marianna e Manuela Ferrera, ex meteorine. Entrambe hanno detto che le cene di Arcore, alle quali hanno partecipato, erano cene normalissime. "I miei genitori sapevano che andavamo lì, come i miei amici, non c'era nessuna segretezza", ha specificato Manuela. Momenti di tensione quando Marianna, parlando con il Pm Ilda Bocassini, ha detto: "Io sono una brava ragazza e mi hanno considerato una escort, quindi se lei mi permette io dico che questo è un processo assurdo". Al che il Pm ha fatto notare al giudice che il teste non poteva permettersi di dire certe cose. L'avvocato Ghedini ha cercato di giustificare la teste dicendo che aveva detto "cose che le sgorgano dal cuore". La Bocassini ha anche chiesto come mai le due ragazze percepissero da circa un anno 2500 euro al mese da Berlusconi, pur non lavorando più per il TG4. Manuela ha risposto che era perchè il fatto che il suo nome era stato associato alle escort e al bunga bunga, non riesce a trovare lavoro. 
E' stata sentita anche una consulente della difesa, la psicologa Maria Teresa Napoli, che ha descritto Karima El Marough come una ragazza che si era "creata" mentalmente un mondo diverso da quello esistente, per cui diceva spesso cose che non avevano riscontro nella realtà.   
E' stato sentito anche un amico di Ruby, Giuseppe Pennuto, il quale ha detto che spesso la ragazza diceva cose che gli sembravano senza senso, bugie.... insomma, creava castelli in aria. 
Sentita anche un'altra frequentatrice delle cene di Arcore: Cinzia Morena, ex "inquilina" del Grande Fratello. Anche lei ha confermato che le cene erano cene normali e ha negato di aver mai dormito ad Arcore. Quando la Bocassini le ha chiesto se è vero che Berlusconi le avesse regalato un'auto, lei l'ha amesso e ha detto di aver venduto l'auto per vivere. "Ha versato i soldi sul suo conto corrente?", ha chiesto il Pm. "Non lo ricordo", ha risposto la teste. 
Al termine dell'udienza, la Bocassini si è lamentata con il giudice del fatto che l'udienza si era conclusa in poche ore, perchè la difesa ha rinunciato a tutti gli altri testi previsti per oggi. Ma il giudice ha confermato che si sta rispettandop il programma: per la prossima udienza del 26 novembre verranno sentiti 21 testimoni, con la promessa della difesa di rinunciare a chi non si dovesse presentare; poi il 3 dicembre verranno sentiti Emilio Fede e Nicole Minetti, imputati di reato connesso e che quindi potranno avvalersi della facoltà di non rispondere; mentre il 10 e il 17 verrà sentita Karima El Marough, alias Ruby Rubacuori. Dopo di che inizieranno la requisitoria del Pm e le arringhe difensive (probabilmente a gennaio) e poi la sentenza. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©