Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'indagine riguarda i videopoker illegali

Procura di Roma: Vittorio Emanuele di Savoia va processato


Procura di Roma: Vittorio Emanuele di Savoia va processato
25/06/2010, 16:06

ROMA - La Procura di Roma ha portato davanti al gup il processo che vede imputate 6 persone tra cui il principe Vittorio Emanuele di Savoia. L'accusa è di associazione a delinquere "impegnata nel settore del ’gioco d’azzardo fuori legge’, attiva nel ’mercato illegale dei nulla osta’ per videopoker procurati e rilasciati dai Monopoli di Stato attraverso il sistematico ricorso allo strumento della corruzione e del falso", come ha detto il Pm Andrea De Gasperis, quando ha chiesto il rinvio a giudizio per tutti gli imputati.
L'inchiesta era nata nel 2006 a Potenza, dal Pm John Woodcock, e costò una settimana di carcere a Vittorio Emanuele, più un certo periodo di arresti domiciliari. Gli altri imputati sono Nunzio Laganà, Ugo Bonazza, Gian Nicolino Narducci, Achille De Luca e Rocco Migliardi, detto "Rocco delle macchinette" e considerato dalla Procura di Roma vicino alla criminalità organizzata.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©