Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Le forze dell’ordine impegnate in un’ampia operazione

Prodotti alimentari avariati, scattano sequestri e denunce


Prodotti alimentari avariati, scattano sequestri e denunce
18/11/2009, 16:11

TORRE ANNUNZIATA - Vasta operazione delle forze dell’ordine di Torre Annunziata per contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale sul territorio cittadino.
Ieri mattina i carabinieri della compagnia oplontina e gli agenti della locale polizia municipale, in collaborazione con l’Asl, hanno sequestrato complessivamente 450 chili di prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione e pronti a finire sulle tavole dei consumatori.
I controlli hanno riguardato soprattutto la zona sud di Torre Annunziata: passate a setaccio attività commerciali, esercizi pubblici e ambulanti. Molte le irregolarità riscontrate: espositori sporchi, posizionati sul ciglio della strada, esposti ad intemperie e smog; etichette spesso inesistenti. Due le persone denunciate a piede libero alla Procura della Repubblica oplontina con l’accusa di commercializzazione di prodotti ittici in cattivo stato di conservazione e privi di etichettatura. Si tratta dei titolari di due pescherie di Piazza Cesare Battisti. A.N., di 57 anni e G.C. di 52 anni, entrambi residenti a Torre Annunziata. Elevate anche diverse contravvenzioni per un totale di 8mila euro a carico di altri tre esercizi commerciali che vendevano frutta e verdura. Anche qui i carabinieri hanno accertato gravi carenza igienico - sanitarie.
I frutti di mare sequestrati sono stati affondati in mare già nel pomeriggio di ieri, la frutta e gli ortaggi invece saranno donati allo zoo di Napoli.
L’operazione di ieri mattina, anticipa una serie di controlli che nei prossimi giorni saranno intensificati in vista delle imminenti festività natalizie, periodo in cui aumenta la richiesta di prodotti ittici e frutti di mare da parte dei consumatori.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©