Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vasta operazione dei carabinieri in mattinata

Prodotti ittici e botti illegali: maxisequestro a Torre Annunziata

I fuochi artificiali stipati sotto la linea ferroviaria

.

Prodotti ittici e botti illegali: maxisequestro a Torre Annunziata
30/12/2010, 10:12

TORRE ANNUNZIATA - Nuovo blitz festivo delle forze dell’ordine al mercato ittico di Torre Annunziata. Dopo il maxi sequestro di prodotti della scorsa settimana, ecco che anche in prossimità del Capodanno arriva il colpo gobbo al mercato del pesce oplontino. Nella prima mattinata di oggi i Carabinieri della Locale Stazione, coordinati dal capitano Luca Toti e coadiuvati dai NAS di Napoli e dai veterinari dell'ASL, hanno setacciato il lungomare Caracciolo di Torre Annunziata e sottoposto a sequestro merce in cattivo stato di conservazione. Esasperata la reazione dei commercianti che, dopo i sequestri prenatalizi, avevano incontrato il sindaco Giosuè Starita proprio in prossimità delle feste per assicurarsi la piazza libera e la vendita continua fino al termine dell’anno. Evidentemente la promessa strappata al primo cittadino oplontino è servita a poco o nulla. Tant’è che alle prime ore del giorno le forze dell’ordine sono tornate in azione, azzerando ogni speranza di vendita per i commercianti del posto.
E stavolta quello dei prodotti ittici non è l’unico sequestro portato a termine dai carabinieri. In un covo nei pressi della ferrovia, infatti, gli uomini della caserma oplontina, in compagnia dell'unità cinofila e degli artificieri, hanno addirittura rinvenuto un quantitativo di mezza tonnellata di materiale esplosivo. Cinque quintali di botti illegali pronti ad essere piazzati sul mercato nero nel giorno della vigilia di Capodanno. La merce era all’interno di una cavità a circa cinque metri di profondità dalla linea ferroviaria, conservata senza alcun rispetto delle norme di sicurezza e potenzialmente micidiale per la sicurezza dei trasporti.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©