Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Prolungata la linea 246 a Roma, una vittoria dell'Italia dei Diritti


Prolungata la linea 246 a Roma, una vittoria dell'Italia dei Diritti
02/02/2010, 11:02


ROMA - "Sono anni che noi dell'Italia dei Diritti ci battiamo per garantire ai romani una mobilità efficace e sicura. Con questo risultato, ottenuto dopo una lunga battaglia, ogni nostro sforzo è stato ripagato". C'è grande esultanza nelle parole di Giuliano Girlando, viceresponsabile per Roma dell'Italia dei Diritti, alla notizia che anche Castel di Guido avrà il suo collegamento diretto con Roma attraverso la linea ATAC 246.
La zona, nell'area ovest della Capitale, soffriva infatti della mancanza di una rete urbana che permettesse ai residenti un allacciamento più rapido con la città. L'Italia dei Diritti, attraverso l'impegno di un soddisfatto Franco Leggeri, responsabile per il XVIII municipio di Roma, ha sposato la causa dei cittadini che chiedevano a gran voce un potenziamento in termini di mobilità che potesse agevolare anche il raggiungimento delle strutture presenti nella località stessa, come la ASL, l'Oasi Naturalistica e il nuovo sito cimiteriale di Castel di Guido. "E' importante informare i cittadini sulle istanze che si portano avanti. Il nostro pensiero va ora alle tante persone che potranno usufruire del servizio, soprattutto nelle periferie dov'è spesso carente", continua l'esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro.
Il problema delle periferie urbane è infatti sempre al centro del dibattito pubblico. Spesso sono zone che vivono un grave disagio a causa di una cattiva gestione comunale che tende ad allargare la forbice, in termini di servizi offerti, tra il centro e le zone extraurbane. "Serve un grande piano sulla mobilità a Roma - conclude Girlando - un piano programmatico che riveda le fermate degli autobus e che le renda anche più sicure".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©