Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Prosegue il tour del Pd nelle comunità montane della campania


Prosegue il tour del Pd nelle comunità montane della campania
11/10/2011, 14:10

''Una questione si sta avviando a soluzione, e si spera di poterla concludere entro la fine di questo mese: il pagamento delle spettanze arretrate a tutti i lavoratori dipendenti delle Comunita' Montane della Campania. Per l'altra, la prospettiva degli Enti, il loro futuro e quello dei dipendenti, e' necessario fare ogni sforzo politico ed istituzionale per uscire dalla perenne emergenza,  garantire servizi adeguati alle popolazioni delle aree montane e certezze ai dipendenti''. Lo ha dichiarato Umberto Del Basso De Caro, vicecapogruppo PD alla Regione  Campania intervenendo a Cerreto Sannita (Benevento), nel corso del primo dei tre incontri programmati dal Gruppo regionale dei Democratici nelle Comunita' Montane simbolo delle aree interne della Campania: quella del Tammaro Titerno a Cerreto Sannita, quella dell'Alta Irpinia a Montella, quella dell'Alta Valle del Sele a Buccino.  All'incontro erano presenti il capogruppo PD alla Regione Russo, il consigliere regionale D'Amelio, il Presidente dell'Ente, Di Maria, il vicepresidente della Provincia, Barbieri, il Segretario generale della Comunita' Montana, Petriella, oltre ai segretari del PD di Benevento, Avellino e Salerno. Il Presidente della Comunita' Montana,  nella sua introduzione, aveva parlato delle difficolta' finanziarie dell'Ente e della mortificazione di non poter far fronte agli impegni con i lavoratori. De Caro, a sua volta, ha sottolineato ''come ci si trovi di fronte ad Enti presenti quasi esclusivamente nelle province di Benevento, Avellino e Salerno e che la non assegnazione di fondi alle strutture tocca questioni molto importanti. Da un lato, ha sottolineato il Consigliere PD, vi e' una emergenza che riguarda mancati emolumenti a fronte di prestazioni lavorative per 3800 persone; dall'altro la impossibilita' di proseguire sui cardini dell'azione di questi Enti, in particolare, la continua  messa in sicurezza e manutenzione degli ambianti montani della Campania''. Se, ha ribadito De Caro, ''c'e' uno spiraglio nella questione del pagamento delle spettanze, il capitolo emergenza finanziaria delle Comunita' Montane deve essere  chiuso in maniera politica. Ci sono molte proposte sul tema: ma la questione va affrontata sia per garantire territori e lavoratori, sia perche' gli Enti, previsti dallo Statuto Regionale non possono essere semplicemente soppressi, data anche l'importante funzione di difesa del territorio da essi svolta''. Sulla questione, ha sottolineato De Caro, il gruppo PD ''si scontra con una maggioranza in Regione composta da un centro destra molto attento alle questioni ed alle  Emergenze 'Napolicentriche' (dove non esistono Comunita' Montane) poco attento a quel che succede nel resto della Regione. Dalla emergenza, e questo ha proposto  il PD ha detto De Caro, si esce anche ricontrattando il patto di stabilita'. A Caldoro, piu' volte, abbiamo detto che c'e' tutta la partita degli investimenti che non puo'  entrare in una logica di conti semplicemente ragioneristica. Gli interventi ed il finanziamento delle Comunita' Montane - ha concluso - sono un pezzo delle politiche di sviluppo della Regione rilanciando l'azione di sviluppo di una parte consistente e significativa del suo territorio, quello montano''.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©