Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Prostita uccisa per prestazione troppo costosa


Prostita uccisa per prestazione troppo costosa
06/06/2009, 16:06

E' stato ritrovato ieri in una camera d'albergo ad Ariccia, il corpo di una prostituta romena di 21 anni, Laura Tanasie Isabela. Il motivo della sua morte sarebbe legato ad una violenta lite, scaturita a causa di un compenso troppo "salato" che la donna avrebbe chiesto dopo una prestazione sessuale. Lo stesso assassino, M.R. di 24 anni, operaio di Genzano, arrestato dagli agenti della Squadra mobile di Roma, ha confermato di aver ucciso la ragazza perchè voleva troppi soldi. Il giovane si era recato intorno alle 14 di ieri in compagnia della ragazza nell'hotel California per avere un rapporto sessuale. Diversamente da quanto è emerso in un primo momento, la vittima non è stata sgozzata e non presenta ferite alla gola. La morte sarebbe stata causata da un trauma cranico provocato da un colpo contro uno spigolo di un mobile. Secondo le dichiarazioni del ragazzo, dopo aver chiesto il compenso, la prostituta l'avrebbe minacciato con un coltello serramanico. E' da qui che la lite è scaturita. Dopo aver ucciso la vittima, il ragazzo, preso dal panico, avrebbe trascinato il corpo nel bagno e sarebbe scappato.

L'arresto è avvenuto nella tarda serata. Il giovane, che forse stava tentando una fuga, è stato persuaso dai familiari a farsi rintracciare dagli investigatori della Squadra mobile di Roma. L'operaio è accusato di omicidio preterintenzionale ed è rinchiuso nel carcere di Velletri.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©