Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Quattro rumeni ed un albanese nei guai

Prostituzione al maschile: cinque arresti


Prostituzione al maschile: cinque arresti
11/08/2010, 09:08

ROMA – Prostituzione al maschile, accade a Roma, dove sono stati effettuati ben cinque fermi. Gli arrestati sono 4 rumeni e un albanese. È l'esito dei controlli antiprostituzione effettuati dalla Polizia. Per i cittadini della Romania e' scattato l'allontanamento dal territorio nazionale. All'albanese invece e' stato notificato il provvedimento di espulsione.
Uno spaccato emerso, quello della prostituzione maschile, nell'ambito della nuova strategia per il contrasto al fenomeno messa in atto dalla Questura di Roma.
Sono soliti aspettare i clienti in alcuni punti della città o della periferia. Li attendono dopo aver fissato gli appuntamenti telefonicamente. Le fasce orarie variano a seconda che il punto di incontro concordato sia in centro o verso i confini della città, in zone più isolate, man mano che ci si avvicina verso le ore più tarde. Tendenzialmente sono di nazionalità rumena, albanese e, in rari casi, italiana e hanno un' età compresa tra i 18 e i 22 anni.
Intanto, prosegue la nota, non si allenta la presa sul fenomeno della prostituzione, che aveva visto un'incisiva azione di contrasto di 24 ore lo scorso venerdì.
Dodici ore di controlli a tappeto nelle zone maggiormente esposte, tra cui, in particolare, Prenestina, Salaria, Flaminia, Aurelia, Monteverde, Casilina, Vescovio, Fidene, Albano, Tuscolana e S. Paolo.
Sono 56 i fermati questa volta, tra cui 40 rumene, 1 ucraine, e 1 bulgara. Accompagnati in ufficio anche 9 transessuali, di cui uno italiano, mentre gli altri sono di nazionalità brasiliana.
Tutti sono stati messi a disposizione dell'Ufficio Immigrazione, coordinato dal dr. Fabrizio Mancini. Sono 2 i transessuali arrestati per la violazione dell'ordine del Questore già adottato a loro carico. Mentre nei confronti di altri 6 e' stato adottato il provvedimento di espulsione.
Delle 42 prostitute, invece, 27, di origini comunitarie, sono state sottoposte all'allontanamento dal territorio nazionale.

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©