Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Prostituzione, De Lieto: “anticvo mestiere da sempre in nero”


Prostituzione, De Lieto: “anticvo mestiere da sempre in nero”
26/08/2011, 15:08

Sono già numerose le “case di appuntamento” scoperte ad Avellino, e nei comuni limitrofi. Se con tanta frequenza vengono individuate queste case a “luci rosse”, evidentemente vi è un fenomeno ben più vasto e sarebbe interessante appurare dove finiscono i notevoli guadagni di questa attività, se vi sono racket che la gestiscono, dal momento che quasi sempre dietro questi fenomeni vi sono droga, sfruttatori, delinquenza. Così il segretario Generale del S.C.S.D. “ Sindacato Comparto Sicurezza e Difesa”, Antonio de LIETO, ha commentato la scoperta dei Carabinieri, dell’appartamento adibito a prostituzione a Mercogliano in via Nazionale. Perché proprio ad Avellino e comuni limitrofi, si scoprono tante “case d’appuntamento”? Indubbiamente gli investigatori troveranno la giusta chiave di lettura di questo fenomeno che il S.C.S.D. – ha continuato DE LIETO. - ritiene vada combattuto con la massima determinazione: La prostituzione in Italia e nel mondo, è un fenomeno che è sempre esistito e che sempre esisterà – ha evidenziato il leader del S.C.S.D. – E allora perché non pensare di regolamentare e tassare le prostitute? Un settore totalmente in nero che vede occupate, circa 100mila persone, molte delle quali straniere. Un giro di affari enorme che se regolamentato con appositi provvedimenti legislativi – ha concluso DE LIETO - entrerebbero congrue somme nelle casse dello Stato e, aumenterebbero le garanzie per la salute con riduzione del pericolo “criminalita”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©