Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

PROSTITUZIONE: MAGGIORANZA "CONFUSA" IN CAMPIDOGLIO


PROSTITUZIONE: MAGGIORANZA 'CONFUSA' IN CAMPIDOGLIO
13/09/2008, 10:09

Prostituzione: scoppia il caso, politico, nella Capitale. Il sindaco Gianni Alemanno annuncia un giro di vite che entrerà in vigore prima del ddl Carfagna. “Lo precederemo con un’ordinanza”, dichiara il sindaco di Roma nella mattinata di ieri. Ma verso sera arrivano le anticipazioni del presidente della commissione Sicurezza, il consigliere Fabrizio Santori (Pdl): “Il provvedimento prevede multe fino a 500 euro per i clienti e per le lucciole”. Poi le smentite del portavoce del primo cittadino: “Sono dichiarazioni prive di fondamento. Santori non ha nemmeno visto il testo”.

“I clienti verranno multati con lo stesso parametro usato per le violazioni al codice della strada con la sanzione amministrativa che sarà recapitata a casa - aveva dichiarato Santori - e per le prostitute che non pagheranno la multa sono previste espulsioni e fogli di via”. La smentita arriva subito dopo da Fabrizio Turbolente, portavoce di Alemanno: “Sono indiscrezioni infondate. Il consigliere Santori non ha infatti avuto ancora modo di visionare il testo dell’ordinanza, che è attualmente oggetto di confronto con le associazioni impegnate nella lotta alla prostituzione e nel recupero delle vittime della tratta. Il testo verrà presentato ufficialmente martedì 16 settembre in Campidoglio”.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©