Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Protesta dei cittadini di Capodimonte contro l'Asia


Protesta dei cittadini di Capodimonte contro l'Asia
15/10/2012, 16:40

 “Questa è una parte dell’immondizia che dovevate raccogliere voi! I cittadini di Capodimonte”. È la scritta sul cartello affisso domenica davanti al distretto Asia di via Carlo Fiorante dai residenti del Rione Lieti contro l’emergenza rifiuti. I cittadini, muniti di scope e palette, hanno ripulito le strade dai cumuli di “tal quale”, differenziata e ingombranti. Promotore dell’iniziativa è stato Giuseppe Barbato, consigliere dell’IdV alla terza municipalità, che dichiara: «Abbiamo deciso di pulire le strade sia per promuovere il senso civico, sia per protestare contro l’Asia, che da settimane non raccoglie i rifiuti nel quartiere. Paghiamo la Tarsu più alta d’Italia e la gente è stufa di non avere risposte. Io stesso sono sceso in strada per dimostrare che la politica deve dare l’esempio ai cittadini anche con un’attività di controllo e sporcandosi le mani». La situazione è al collasso, va detto, in numerose zone della municipalità di Stella San Carlo. Lo sottolinea lo stesso Salvatore Parisi, assessore con delega all’Igiene urbana: «Il problema esiste anche al Rione Sanità, nella zona di corso Amedeo di Savoia, calata Capodichino e Ponti Rossi. L’Asia non ha uomini né mezzi poiché sono stati ridotti gli straordinari. Un piccolo miglioramento sembrava esservi stato, nei giorni scorsi, con la raccolta di ingombranti e lo spazzamento quotidiano. Ma poi tutto è tornato come prima. A ciò si aggiunge il problema dei rifiuti pericolosi come l’amianto. Siamo dovuti intervenire in quattro siti: via Cristallini, via Santa Maria Antesaecula, salita Del Giudice e salita Scudillo per far rimuovere pannelli di eternit da una ditta specializzata. Ma quel che stenta ancora a decollare è la raccolta differenziata mai partita nella nostra municipalità, specie a Capodimonte. Avevamo chiesto all’Asia una spazzatrice ma neanche quella è arrivata».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©