Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Proteste della Coldiretti, in tutta Italia


Proteste della Coldiretti, in tutta Italia
21/07/2009, 16:07

La Coldiretti ha organizzato per oggi una serie di manifestazioni per la tutela dei prodotti in Italia. In primis sono state organizzate, in molte regioni, dei cortei o delle manifestazioni sotto la sede della Regione. E' quello che è successo a Napoli, per esempio. O anche in Sardegna, dove però la manifestazione ha avuto l'appoggio anche degli Assessori regionali all'Agricoltura, Andrea Prato, e alla Sanità, Antonello Liori, che a Cagliari sono saliti su uno dei 75 trattori che hanno sfilato fino al molo Ichnusa, al porto. A Sassari invece i trattori sono arrivati sotto la sede del Banco di Sardegna, per protestare contro la forte esposizione debitoria a cui sono stati costrette le aziende agricole.
Ma la manifestazione più significativa è stata quella organizzata al traforo del Brennero. Qui tecnici della Coldiretti, in collaborazione con le forze dell'ordine, hanno esaminato il contenuto di molti camion che trasportavano prodotti di agricoltura diretta in Italia, facendo scoperte che dimostrano le tante sofisticazioni di cui siamo vittima. Per esempio, sono state intercettate cagliate provenienti dalla Germania e dirette a Ravenna, probabilmente per fare della mozzarella, non conservate adeguatamente; una cisterna di latte a lunga conservazione già confezionato con la scritta "latte intero" in italiano; altre cisterne di latte dirette iin varie parti della Lombardia; pomodori olandesi diretti in Triveneto; succo di arancia diretto a Messina. Insomma, scarti di lavorazione o prodotti dall'estero che vengono importati in grandi quantità per produrre cibo e bevande. Ma quanti di noi nei supermercati o nei negozi vedono prodotti con scritto "proveniente dall'estero"? No, si vede sempre "prodotto italiano". E allora tutta questa roba importata, che fine fa?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©