Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

PROVE FARSA AI CONCORSI PER MAGISTRATI


PROVE FARSA AI CONCORSI PER MAGISTRATI
26/11/2008, 09:11

Sta scoppiando uno scandalo mica da poco, per quello che è successo all'ultima prova per poter accedere ai posti di uditore giudiziario (il primo passo per poi diventare magistrato, giudice o Pubblico Ministero che sia) lo scorso 20 novembre. Innanzitutto si è sperimentato un concorso svolto in sede nazionale anzichè, come fatto finora, dei concorsi svolti in sede regionale. E la sede prescelta è stata Milano (nonostante statisticamente la maggior parte dei candidati sia del Sud, come sanno bene tutti, ndr). Come è prassi, in queste prove non si possono usare aiuti, se non quelli autorizzati. Per questo prima che avvenga la prova, ciascuno presenta i testi di cui intende avvalersi (per lo più codici) durante l'esame scritto alla Cancelleria che li esamina e - se in linea con le norme - vi mette un timbro di "approvazione". Ovviamente, i primi ad essere proibiti sono i codici commentati, che costituiscono praticamente la soluzione della prova scritta. Nonostante questo, all'ultima prova, come documentato dal Corriere della Sera, ci sono stati diversi candidati che hanno portato in aula codici commentati, regolarmente approvati. E coloro che hanno protestato, perchè avevano rispettato le regole, sono stati allontanati prima di poter fare la prova. Adesso - sul sito www.sarannomagistrati.it, che è un forum su cui si discute di queste prove - c'è stato uno dei candidati che ha confessato candidamente di avere superato la prova solo grazie al fatto che il suo vicino gli ha prestato un codice commentato. Ma questo vicino così generoso, con la massima nonchalance ha prestato quel codice anche ad un'altra ragazza che stava seduta lì vicino. Questa sorta di autodenuncia non ha fatto altro che rinfocolare la protesta, al punto che anche i consiglieri di Magistratura Democratica, oltre a quelli di Movimento per la Giustizia, hanno chiesto al CSM di aprire un fascicolo ed indagare su cosa sia successo durante la prova del 20 novembre scorso.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©