Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pubblicità abusiva sulle strade, maxi sequestro della Polizia


Pubblicità abusiva sulle strade, maxi sequestro della Polizia
26/02/2010, 13:02


NAPOLI - Il dilagare dell’abusivismo pubblicitario, in special modo sulle principali arterie stradali extraurbane, oltre a costituire un’intollerabile manifestazione d’illegalità diffusa, rappresenta un’oggettiva ed insidiosa fonte di pericolo per la sicurezza stradale. Difatti il proliferare selvaggio dei pannelli pubblicitari abusivi rende sempre più difficile la captazione e la comprensione della segnaletica stradale, spesso arreca disturbo visivo agli utenti della strada e, comunque ne distrae l’attenzione. Proprio al fine di evitare tali situazioni di pericolo per l’incolumità pubblica, la legge italiana impone che ogni manufatto pubblicitario debba essere preventivamente autorizzato ed installato solo in determinati luoghi, qualora siano tassativamente rispettati precisi parametri normativamente individuati a tutela della collettività. In tale ambito il Compartimento Polizia Stradale per la Campania ed il Molise, diretto dal Dirigente Superiore dott. Giuseppe Salomone, negli ultimi tempi ha svolto una decisa azione d’indirizzo affinchè le dipendenti Sezioni provinciali svolgessero specifiche ed incisive attività di contrasto alla cennata fenomenologia. Di riflesso la Sezione Polizia Stradale di Napoli, diretta dal 1° Dirigente della Polizia di Stato dott. Paolo Fassari (da pochi giorni subentrato al dott. Giovanni Busacca) ha concordato, con il Compartimento ANAS Campania, diretto dall’Ing. Francesco Caporaso, una comune strategia d’intervento sulle arterie statali della provincia volta all’individuazione di tutti i manufatti pubblicitari non autorizzati. L’attività repressiva si è inizialmente concentrata sulla SS 268, strada tristemente nota per la sua intrinseca pericolosità, connotata da una ripetitività di fenomeni infortunistici, spesso di grave entità. Proprio in relazione a tale arteria stradale il Sig. Prefetto di Napoli, nell’intento di garantire agli utenti della strada standard di sicurezza più elevati, ha recentemente impartito precise disposizioni affinchè fossero contrastate in modo incisivo quelle forme dilaganti d’illegalità pregiudizievoli per la pubblica incolumità, dalle discariche a cielo aperto di rifiuti di ogni genere dislocati ai margini della sede stradale al lucroso proliferare di cartellonistica pubblicitaria abusiva, fonte di guadagni esorbitanti suscettibili di poter catturare anche l’attenzione della criminalità organizzata. La sinergica attività di contrasto, posta in essere lungo la tratta di SS. 268 ricadente in questa provincia da svariate pattuglie della Polizia Stradale di Napoli nonchè del dipendente Distaccamento di Nola e da una pluralità di Squadre operative dell’ANAS, ha consentito l’individuazione di oltre 250 impianti pubblicitari abusivi per i quali sono state rilevate quasi quattrocento violazioni al Codice della Strada (artt. 23 e 25). Nel corso delle operazioni effettuate a tutt’oggi si è proceduto, altresì, all’immediato abbattimento di 54 impianti pubblicitari abusivi di notevoli dimensioni, collocati permanentemente su suolo ricadente nel demanio stradale dello Stato. Ulteriori accertamenti saranno svolti allo scopo di accertare anche la sussistenza di fatti costituenti reato.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©