Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Quarto, carabinieri eseguono 20 perquisizioni domiciliari


Quarto, carabinieri eseguono 20 perquisizioni domiciliari
28/10/2013, 16:17

QUARTO - I carabinieri della tenenza di Quarto, insieme a colleghi della compagnia di Pozzuoli ed il supporto di un elicottero dell’elinucleo carabinieri di Pontecagnano, durante un servizio straordinario di controllo del territorio eseguito nel rione “219”, ritenuto sotto l’influenza del clan camorristico “Longobardi Beneduce”, hanno eseguito 20 perquisizioni domiciliari in seno al complesso di edilizia popolare di via Alcide De Gasperi durante le quali hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso tra loro Rizzo Carmela 55 anni, Marigliano Marco 40 anni e Lettieri Liliana, 33 anni, già noti alle forze dell'ordine e denunciati a piede libero una 33enne ed un 31enne, appartenenti allo stesso nucleo familiare, tutti responsabili a vario titolo dell’occupazione abusiva di un alloggio comunale disabitato, attiguo a quello loro assegnato, che avevano adibito a base di spaccio, in cui sono stati rinvenuti 62 grammi di marijuana e 10 grammi di hashish, già suddivisi in dosi; hanno denunciato a piede libero per contrabbando di sigarette una 64enne che deteneva, nel suo alloggio di via Alcide De Gasperi, 19 stecche di sigarette di varie marche, del peso complessivo di 3,8 kg.
Il medesimo servizio è stato esteso in altre aree urbane caratterizzate da elevata presenza di soggetti pregiudicati ed i militari hanno proceduto all’arresto di: Chijioke Robinson, 39 anni, residente in via Palizzi,  poiché colpito da ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della corte di appello di napoli, dovendo espiare la pena residua di 7 anni e 7 mesi di reclusione per associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti; Fruttaldo Salvatore, 43 anni, residente in via Cupa Lava, già noto alle forze dell'ordine, poiché colpito da ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della corte di appello di Napoli, dovendo espiare la pena residua di 2 mesi e 12 giorni di arresto per guida sotto l’influenza di stupefacenti; Zonfrillo Giuseppe, 59 anni, residente in via Mazzini, già noto alle forze dlel'ordine, poiché colpito da ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Corte di Appello di Napoli, dovendo espiare la pena residua  di 7 anni e 2 mesi di reclusione, per traffico di stupefacenti.
Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati tradotti al carcere di Poggioreale ed a quello di Pozzuoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©