Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Quattro baby rapinatori arrestati da poliziotti liberi dal servizio a Napoli


Quattro baby rapinatori arrestati da poliziotti liberi dal servizio a Napoli
05/02/2010, 14:02


NAPOLI - Ieri sera, due poliziotti liberi dal servizio, rispettivamente in servizio presso le Questure di Roma e Milano, supportati dagli uomini dell’Ufficio Prevenzione Generale, hanno arrestato due minori, uno di 15 anni ed un altro di 16 anni, per rapina aggravata ai danni di un 14enne e ne hanno sottoposto un terzo di 14 anni a fermo di Polizia Giudiziaria per lo stesso reato. I fatti hanno avuto inizio alle ore 20.00 in Piazza Municipio dove i due arrestati, il fermato ed un quarto complice non ancora identificato, minacciando di accoltellarlo, hanno rapinato il 14enne del cellulare e del portafoglio. Pochi attimi dopo la rapina, in Piazza Trento e Trieste, tre dei quattro giovani hanno costretto un bus della linea R2, diretto verso Via Medina, a fermarsi per potervi accedere. Una volta a bordo hanno iniziato a commentare circa l’avvenuta rapina ed uno di loro ha aperto il cellulare del 14enne e ne ha estratto immediatamente la sim card commentando ad alta voce che se non l’avesse tolta sarebbero stati rintracciati. Tutta la concitata scena non è sfuggita all’occhio attento di due poliziotti liberi dal servizio, che insospettiti, hanno deciso di qualificarsi, far scendere i ragazzi alla fermata di Via S. Felice e dopo averli sottoposti a controllo sommario ed aver rinvenuto il cellulare ed il portafoglio, chiedere spiegazioni circa la loro provenienza. Al momento della discesa dall’autobus, confuso tra la folla uno dei tre rapinatori è però riuscito a dileguarsi.
Non c’è voluto molto per far risalire il furto alla rapina avvenuta poco prima. La vittima aveva infatti già denunciato il fatto e l’accurata descrizione degli autori ha convinto i poliziotti che i tre giovani a bordo del bus erano gli stessi della rapina a Piazza Municipio. I due minori sono stati pertanto arrestati.
A questo punto, sono intervenuti i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale in servizio nella zona. A seguito di una solerte attività investigativa gli stessi sono poi riusciti a rintracciare il terzo complice in Via Lombardia e a sottoporlo a fermo di polizia giudiziaria perché indiziato del delitto di rapina. Nel frattempo, il minore vittima della rapina, è stato condotto presso gli uffici di polizia dove ha potuto riconoscere i propri oggetti che gli sono stati subito riconsegnati. I tre giovani rapinatori sono stati pertanto accompagnati presso il Centro di Prima Accoglienza dei Colli Aminei.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©