Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In vista del Natale decidono di guagagnare in modo facile

Quattro giovani incensurati arrestati per rapina


Quattro giovani incensurati arrestati per rapina
10/12/2010, 13:12

Sant’Anastasia- Durante la conferenza stampa sulla sicurezza che si era tenuta a Portici, a cui avevano preso parte i sindaci dell’area vesuviana, le alte cariche dele forza dell'ordine, il questore di Napoli Giuffrè ed il prefetto De Martino il fattore rapine era stato ben individuato specialmente in vista delle festività natalizie ed infatti 4 giovani incensurati sono stati arrestati per rapina dai carabinieri di Sant’Anastasia in collaborazione con colleghi della compagnia di castello di cisterna. I giovani, tutti di ponticelli sono  v. n. e f. v. entrambi 18enni nonché un 17enne ed un 16enne. I fatti sono avvenuti ieri sera  in sella a 2 scooter,infatti,  i 4 ragazzi hanno fatto un giro di perlustrazione in cerca delle “prede” attraversando Cercola e Pollena Trocchia e poi dirigendosi a Sant’Anastasia. Là in  via madonna dell’arco hanno adocchiato una panda con a bordo 2 persone anziane, ritenuto un obiettivo “facile” hanno deciso di agire e dunque si sono avvicinati agli anziani e minacciandoli con una pistola, che poi si è rivelata a salve,  li hanno costretti a consegnare l’auto. Le vittime come previsto non hanno opposto resistenza  e gli hanno consegnato l’auto. Qualcosa però è andato storto per i rapinatori in quanto alcuni  passanti avendo  assistito alla rapina hanno subito allertato il 112 fornendo
ai carabinieri del gruppo di castello di cisterna l’accaduto  ed una sommaria descrizione degli autori. Subito sono scattate le ricerche che hanno portato i militari a ponticelli, dove sono stati effettivamente individuati i responsabili e rinvenuti e sequestrati i 2 scooter, i 2 passamontagna e la pistola, a salve, usati per il raid. Inoltre
parcheggiata a poca distanza dalla casa di un minorenne è stata ritrovata anche la panda oggetto della rapina . I 4 ragazzi, dunque, sono stati portati nella caserma di castello di cisterna. Dai  primi accertamenti si è scoperto che i giovani, non essendo benestanti,  con lo scopo di trascorrere un Natale migliore hanno deciso di organizzarsi e di effettuare dunque alcune rapine.  Dopo le formalità di rito i due maggiorenni sono stati tradotti nella casa circondariale di poggioreale mentre i 2 minorenni sono stati accompagnati nel centro di prima accoglienza di viale Colli Aminei.

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©