Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’operazione condotta dai poliziotti di Torre del Greco

Quattro persone arrestate per associazione a delinquere


Quattro persone arrestate per associazione a delinquere
14/11/2009, 19:11

TORRE DEL GRECO - Importante operazione messa a segno dagli agenti del commissariato di polizia di Torre del Greco. Quattro persone sono state arrestate  ieri con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata a reati contro il patrimonio e ricettazione. Il blitz dei poliziotti torresi è scattato nella tarda mattinata di ieri al culmine di una serie di approfondite indagini durate diversi mesi.
A finire in manette, Giovanni De Mico, 60 anni residente a Cercola;  Luigi D’Amore 54 anni e i fratelli Pasquale e Tullio Calise rispettivamente di 69 e 39 anni: tutti e tre originari di Melito di Napoli. I quattro arrestati con la complicità di altre 10 persone, al momento indagate a piede libero, avevano creato una vera e propria organizzazione criminale che agiva su base regionale e nella quale ognuno aveva un ruolo preciso. Si presentavano vestiti di tutto punto a congressi e convegni organizzati soprattutto presso centri commerciali. Si accreditavano come esperti del settore o relatori e con questo pretesto portavano via ogni genere di merce in particolare prodotti tecnologici che poi rivendevano a ricettatori della zona. Il giro d’affari di questa vera e propria holding criminale raggiungeva i 50mila euro.
Dopo diverse denunce  delle vittime di questa articolata truffa, sono partite le indagini concluse ieri mattina quando è partita l’ordinanza firmata dal gip della Procura di Torre Annunziata. 
I poliziotti di Torre del Greco, che hanno coordinato le indagini guidati dalla dottoressa Donatella Grasso, hanno dunque stretto le manette ai polsi a De Mico, D’Amore e ai fratelli Calise. I quattro dovranno adesso rispondere dei reati di associazione a delinquere, appropriazione indebita, reati contro il patrimonio e furto.
Durante le indagini, sono state anche perquisite  alcune delle abitazioni delle persone coinvolte. Parte della merce rubata è stata così recuperata.

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©