Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Questura di Caserta, arresti per controllo territorio


Questura di Caserta, arresti per controllo territorio
29/07/2013, 14:35

CASERTA - Nella giornata odierna, personale della squadra volante della Questura di Caserta, diretta dal dr. Riccardo Di Vittorio, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione dei reati di criminalità diffusa, traeva in arresto per lesioni volontarie aggravate tale De Simone Gaetano, nato a Capua il 25/06/1979 e residente a San NicolaLa Strada, pregiudicato, già in regime degli arresti domiciliari.

In particolare, alle ore 03.20 circa personale della Squadra Volante, su disposizione della Sala Operativa, si portava presso il locale Pronto Soccorso, ove era giunta una persona aggredita con una mazza da Baseball.

Giunti prontamente sul posto gli operatori contattavano la persona aggredita che riferiva loro che, poco prima, mentre dormiva nella sua stanza, per futili motivi veniva a diverbio con il De Simone, figlio della moglie, nato da una precedente relazione, coabitante e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

Il De Simone nel corso della lite con una mazza di baseball colpiva il malcapitato più volte procurandogli diverse ferite al capo ed in varie parti del corpo, per le quali veniva richiesto l’intervento di personale sanitario del 118 che trasportava  l’aggredito  presso l’Ospedale di Caserta per le cure del caso.

Qui veniva ricoverato per frattura scomposta della mano dx, ferita l. c. al cuoio capelluto ed ecchimosi varie sul corpo, con prognosi di gg. 30 s. c..

Appreso quanto sopra il personale della Volante immediatamente si portava presso il luogo dell’aggressione e dopo aver effettuato una perquisizione locale ed aver rinvenuto la mazza da baseball utilizzata per l’aggressione, procedeva al  fermo del De Simone che veniva condotto in Questura per gli accertamenti di competenza, al termine dei quali veniva tratto in arresto per lesioni volontarie aggravate.

L’arrestato, al termine formalità di rito, è stato condotto presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per il giudizio direttissimo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©