Cronaca / Rosa

Commenta Stampa

Quirinale: apprezzamento del Presidente Napolitano alla Fondazione Valenzi


Quirinale: apprezzamento del Presidente Napolitano alla Fondazione Valenzi
20/05/2011, 14:05

“In occasione della presentazione delle iniziative della Fondazione Valenzi per il sociale e, in particolare, delle significative esperienze con il Centro Mammut di Scampia e con l'Associazione Auser, desidero rappresentare il vivo apprezzamento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per la meritoria attività volta all'integrazione, al recupero sociale e all'affermazione del valore della legalità.”

Inizia così il messaggio del Consigliere per la Stampa e la Comunicazione del Presidente Napolitano Pasquale Cascella inviato questa mattina dal Quirinale in occasione della presentazione del Primo Mese per il Sociale della Fondazione Valenzi, l’istituzione internazionale dedicata a Maurizio Valenzi, l’ex parlamentare italiano ed europeo, sindaco a Napoli dal 1975 al 1983.Il programma di eventi dedicato al tema “Perché le Istituzioni abbandonano i deboli al rischio?”è stato presentato questa mattina a Napoli nella sede della Fondazione al Maschio Angioino dalla Presidente Lucia Valenzi e dal Segretario Generale Roberto Race, dal Presidente del Centro Studi sul No Profit Raffaele Picilli, dal Presidente di Auser Napoli Giuliana Caruso e Chiara Ciccarelli del Centro territoriale Mammut di Scampia.
“Come il Capo dello Stato ha più volte sottolineato,- continua il messaggio del Quirinale- il volontariato rappresenta una linfa vitale della nostra convivenza e costituisce un elemento caratterizzante e distintivo della qualità della nostra democrazia e del nostro vivere sociale. L'Italia ha bisogno di questa grande scuola di solidarietà che generosamente produce pratiche quotidiane e progetti che contribuiscono a creare un diffuso capitale sociale.”

Il mese si aprirà domani sabato 21 maggio nella sede della Fondazione al Maschio Angioino quando tra le 11 e 30 e le 13 e 30 Lucia Valenzi presenterà ai cittadini e ai potenziali sostenitori interessati i risultati del primo step di “Bell’e Buon’. Nessuno escluso”: il progetto per il sociale della Fondazione Valenzi realizzato con l’Associazione Un’Ala di Riserva e con il sostegno della Fondazione Banco Napoli per i bambini disagiati e immigrati di Licola (Pozzuoli).


Il 23 Maggio alle 11 e 30 nella sede della Fondazione sarà presentata la ricerca “Come partorire un Mammut” sul progetto realizzato alle Vele di Scampia. Saranno presenti anche Maurizio Braucci e Goffredo Fofi.

Il 25 maggio i primi risultati del progetto “Bell’e Buon’. Nessuno escluso” saranno presentati alle famiglie e agli attori economici e sociali del territorio, dagli operatori dell’associazione Un’Ala di Riserva, con una mostra fotografica e la visita ai laboratori sperimentali alle 14 e 30 nella sede dell’VIII Circolo Didattico di Licola (Piazza S.Massimo Pozzuoli). La mostra resterà aperta sino al 15 giugno.

Il 21 Giugno alle 11 e 30 nella sede della Fondazione si svolgerà la presentazione dei risultati del progetto “Anziano fragile” realizzato da AUSER in tre quartieri di Napoli. Prenderanno parte tra gli altri il vicepresidente vicario del Parlamento Europeo Gianni Pittella e Giuliana Caruso presidente Auser Napoli Centro e Raffaele Picilli, fundraiser e presidente del Centro Studi sul Non Profit.

“Abbiamo voluto dedicare un mese della programmazione della Fondazione al sociale- dichiarano Lucia Valenzi e Roberto Race- per sottolineare la difficoltà che vive il settore oggi e quindi la sua utenza. Perché le Istituzioni abbandonano i deboli al rischio? A quest’interrogativo noi rispondiamo lavorando con finanziamenti minimi ed esaltando realtà esemplari come Mammut ed Auser. Ma è bene che le istituzioni tornino a fare la propria parte, perché le politiche di rigore contro gli spechi fatti negli ultimi decenni non possono abbattersi in maniera indiscriminata sulle tante organizzazioni e i tanti giovani che hanno scelto di fare dell’assistenza al prossimo la propria ragione di vita. Ed è bene che anche in queste ore di campagna elettorale per il ballottaggio i candidati a sindaco spieghino come concretamente potranno supportare chi ha bisogno e chi li aiuta. E si dovrà partire dal recupero dei tanti minori che vengono abbandonati al rischio. Recuperarli oggi significa dal punto di vista economico risparmiare molto in sicurezza e soprattutto dal punto di vista umano dare una possibilità a chi non l’ha avuta.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©