Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Si indaga su una bancarotta ed episodi di corruzione

Quote latte, perquisite le sedi della Lega di Milano e Torino


Quote latte, perquisite le sedi della Lega di Milano e Torino
16/01/2013, 13:20

MILANO - La Guardia di Finanza ha perquisito ieri sera la sede della Lega Nord, sia a Milano che a Torino. Obiettivo erano dati che permettessero di ampliare l'indagine che riguarda le quote latte. 
Si tratta di una indagine partita dalla bancarotta della cooperativa milanese "La Lombarda" e che ha lasciato un buco da 80 milioni. Nel corso di questa indagine sono stati interrogati in passato altri dirigenti leghisti, tra cui gli ex ministri dell'agricoltura Galan e Zaia. Nella perquisizione i dieri sera, nell'edificio milanese erano presenti anche Roberto Maroni ed Umberto Bossi, che hanno impedito l'accesso ai finanzieri in alcune stanze. A sentir loro si trattava di uffici riservati a parlamentari eletti e quindi protetti dalla immunità parlamentare. Interrogate, sempre ieri sera anche la segretaria di Bossi, Daniela Cantalamessa, e la segretaria amministrativa della sede torinese, Loredana Zola. 
Nell'indagine si procede, oltre che per bancarotta, anche per tangenti, dato che si sospetta che siano state pagate mazzette per ritardare o cancellare i pagamenti delle multe dovute all'Unione Europea per le infrazioni sulle quantità del latte prodotto.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©