Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Race for the cure, venerdì si apre il villaggio della salute


Race for the cure, venerdì si apre il villaggio della salute
05/10/2011, 17:10

Si apre venerdì 7 ottobre alle ore 11 in piazza del Plebiscito il Villaggio della Salute della “Race for the cure”, manifestazione internazionale per la seconda volta a Napoli che punta a raccogliere fondi per la prevenzione dei tumori al seno. Per tre giorni sarà possibile ricevere informazioni inerenti all’educazione e alla prevenzione dei tumori del seno. Già prevista la partecipazione di decine tra di personalità del mondo delle istituzioni, dello spettacolo, dello sport e in particolare del Calcio Napoli.

Oltre duecento medici, infermieri, tecnici e operatori sanitari saranno a disposizione dei cittadini che accederanno nel Villaggio negli stand allestiti come un vero e proprio ospedale da campo, proprio per vincere la battaglia della prevenzione.

ll week end della “Race for the Cure” prevede numerosi appuntamenti per grandi e bambini, In particolare venerdì e sabato dalle 11 alle 19, oltre alle iscrizioni alla Race for the Cure e al ritiro delle borse gara si potrà curiosare tra i tanti stand degli sponsor. Nel Villaggio della Salute sono presenti laboratori educativi sulle norme di prevenzione dei tumori del seno e le buone pratiche su alimentazione, attività fisica e stili di vita. Sarà inoltre allestita un’area dedicata a convegni su temi di diversa natura, in particolare riguardanti i tumori del seno.

Nell’occasione verranno comunicati i vincitori del premio “poesia e pRosa”. Per i più dinamici, divertenti momenti dedicati al fitness con stage di spinning, ballo coreografico, kickboxing e molto altro. Verrà inoltre allestito uno spazio dedicato alla bellezza con le esperte make-up artist di Revlon.

Infine, un’area bimbi con divertenti animazioni per regalare ai più piccoli momenti magici di giochi e fantasia. Domenica 9 ottobre alle 10 la minimaratona di 5 chilometri e la passeggiata di 2 chilometri saranno aperte dalla madrina Maria Grazia Cucinotta.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©