Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'usura rischia di soffocare il settore imprenditoriale

Racket e sicurezza a Portici, un questionario ai commercianti


.

Racket e sicurezza a Portici, un questionario ai commercianti
19/10/2010, 14:10

NAPOLI - Presso la sede dell'Ascom Confcommercio di Napoli, il commissario dell'Ascom, Tullio Nunzi e il sindaco di Portici, Enzo Cuomo, hanno illustrato i risultati del questionario anonimo su racket e sicurezza nella città vesuviana. Quattordici domande rivolte a commercianti titolari di attività ed imprese; in particolare le categorie scelte sono state: abbigliamento, alimentari, calzature, distributori di carburante, tabaccai e orafi. L'obiettivo di tale sperimentazione è verificare i cambiamenti nei livelli di sicurezza percepiti, l'esperienza diretta di minacce ed intimidazioni per finalità di estorsione; le misure cautelative adottate nei confronti del racket e le iniziative considerate più efficaci per la sicurezza delle piccole imprese. Alla domanda "Da chi ha ricevuto minacce o intimidazioni?", le risposte sono state: per il 70% dalla criminalità organizzata e per il 30% dai delinquenti comuni. L'ufficio studi di Confcommercio ha stimato, inoltre, che i costi della criminalità in questa zona ammontano in media a 4500 euro annui per ogni azienda. Un dato negativo per tutti gli imprenditori, costretti a chiudere o emigrare altrove.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©