Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Racket e usura: denunce in aumento nel Napoletano


Racket e usura: denunce in aumento nel Napoletano
10/02/2009, 17:02

Sono aumentate in provincia di Napoli le denunce contro il racket e l'usura da parte dei cittadini. Il dato è emerso dalla riunione dell'Osservatorio antiracket e antiusura presieduta dal prefetto Alessandro Pansa. Quest'ultimo ha sottolineato "l'importantissimo ruolo delle forze dell'ordine e delle associazioni antiracket ed antiusura che, avendo acquisito fondamentali e specifiche competenze, forniscono un indispensabile e qualificato supporto a cui le vittime non dovrebbero mai rinunciare nel loro percorso verso l'affrancamento dalla vessazione della criminalità." Sul piano della prevenzione è stato evidenziato, inoltre, il ruolo che le associazioni possono avere anche nella fase di accesso al credito, accompagnando e indirizzando le vittime. Non è mancato l'approfondimento sull'attività dei Confidi che svolgono un ruolo essenziale, che va ulteriormente potenziato in questo difficile momento economico, di aiuto per il reinserimento nel circuito produttivo e sulla presenza sul mercato di società finanziarie, che talvolta applicano alti tassi d'interesse nel credito al consumo, e sugli strumenti per evitare inquinamenti del circuito economico. Al vertice hanno preso parte i rappresentanti della Regione Campania, della Banca d'Italia, della Commissione regionale Abi Campania, dell'Unione Industriali, dell'Adiconsum ed esponenti delle associazioni antiracket ed antiusura, dei Confidi e delle banche, firmatarie dell'accordo per la prevenzione del racket e dell'usura del 22 aprile 2008.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©