Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il padre: “Basta con la spettacolarizzazione del dolore”

Ragazza uccisa: Lucia, la sorella, sta meglio


Ragazza uccisa: Lucia, la sorella, sta meglio
21/10/2012, 17:58

PALERMO – Il primario del reparto di chirurgia dell’ospedale Cervello di Palermo, Giuseppe Termine, ha dato rassicurazioni in merito alle condizioni di Lucia Petrucci.

La ragazza, scampata all’aggressione dell’ex fidanzato grazie al sacrificio della sorella minore Carmela che le aveva fatto da scudo per proteggerla dai colpi inferti dall’assassino, Samuele Caruso,sta meglio.

“Sta meglio è anche più rilassata e sciolta”ha detto il medico che l’ha operata.

Lucia è ora ricoverata nel reparto di rianimazione.

Il medico ha aggiunto poi: “E' lucida, parla e oggi le abbiamo strappato anche un sorriso, quando le ho detto che per nascondere i segni delle ferite riportate abbiamo chiamato anche un chirurgo plastico”. Il medico ha poi concluso dicendo:“Lucia ha dolori alla schiena per i punti, ma non porterà, almeno fisicamente, le conseguenze di questo fatto tremendo, perché il ragazzo, pur infliggendole ferite profonde che sono arrivate a recidere i muscoli, non ha raggiunto organi vitali. Lucia non sa ancora che la sorella è morta, aspettiamo, prima di trasferirla nel reparto di chirurgia, che gli psicologi le diranno cosa è accaduto. E' indispensabile che non lo sappia da amici, peggio ancora dai media”.

Si è sfogato, invece, davanti ai giornalisti, il padre delle ragazze Serafino Petrucci: “Questa è una spettacolarizzazione del dolore. Non ce la faccio più”.

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©