Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Ragazzina venduta in sposa per 3mila euro


.

Ragazzina venduta in sposa per 3mila euro
13/08/2012, 12:03

NAPOLI – Una storia incredibile, una circostanza che riguarda, purtroppo, l’usus di molti popoli dell’est Europa, anche se in questa pare che sia la fame ad aver trascinato una famiglia macedone alla follia. Una ragazzina di 13 anni ha raccontato alla Polizia di essere stata venduta per 3.000 euro in Macedonia dalla propria famiglia ad un'altra del suo paese, ma residente a Venezia, come promessa sposa per il loro figlio 17enne. Giunta in Italia assieme alla futura suocera, la 13enne ha tentato di ribellarsi, subendo però violenza sessuale completa da parte del ragazzo. Questi è stato aiutato dalla madre, che immobilizzava la giovane ed incitava il figlio a compiere il suo 'dovere'. Segregata in casa, picchiata e seviziata, la ragazzina è riuscita poi a fuggire. La madre del giovane 17enne è fuggita a sua volta e si è nascosta a Napoli dove è stata rintracciata dagli uomini della Questura. La 13enne ha raccontato di essere stata picchiata , immersa nella vasca da bagno fino ad affogare, e sistematicamente le venivano praticate bruciature alle gambe con un filo collegato alla presa elettrica. Dagli accertamenti emersi sia la madre che il figlio 17enne sono stati  accusati di violenza sessuale aggravata ai danni di minore, maltrattamenti aggravati e lesioni aggravate.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©