Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il capitolo nomine resta al centro dei dibattiti

Rai: i nuovi nomi per il cda di domani


Rai: i nuovi nomi per il cda di domani
19/07/2011, 11:07

Il capitolo nomine torna sul tavolo del consiglio di amministrazione della Rai. All’ordine del giorno del consiglio di amministrazione di domani sono previsti gli avvicendamenti alle direzioni di Rai2, dei canali digitali (Rai4, Rai5, Rai Ragazzi, Rai Gold, Rai Educazione) e del coordinamento sedi regionali. All’attenzione del cda anche un aggiornamento sulla questione della tutela legale dei giornalisti, e quindi sul futuro di Report di Milena Gabanelli. Non va cancellato il “più prestigioso programma d’inchiesta del servizio pubblico”, è l’appello del consigliere Nino Rizzo Nervo, per il quale privare i giornalisti della difesa sarebbe “un clamoroso autogol”.
Il direttore generale Lorenza Lei sarebbe ancora al lavoro in queste ore alla ricerca di collegialità sulle scelte da proporre al cda, che in ogni caso riguarderebbero tutti i dirigenti interni all’azienda. Per Rai2 il nome che circola con più insistenza è quello di Pasquale D’Alessandro, che da Rai5 andrebbe al posto di Massimo Liofredi, destinato a Rai Ragazzi, incarico che però non sarebbe gradito all’attuale direttore della seconda rete. Sempre stando ai rumors della vigilia, a Rai4 verrebbe confermato Carlo Freccero, a Rai5 andrebbe Massimo Ferrario, a Rai Gold Angiolino Lonardi, a Rai Educazione Silvia Calandrelli, al coordinamento sedi regionali Alessandro Zucca. Mentre si cerca la quadra sulle nomine, all’attenzione del cda arriva un’altra questione delicata, quella della tutela legale dei giornalisti nel caso di citazioni penali e civili, da cui dipende anche il futuro di Report. Milena Gabanelli ha infatti giudicato “irricevibile” la bozza di contratto che non prevedeva la tutela legale, ma il dg ha assicurato in commissione di Vigilanza che si sarebbe trovata “anche una soluzione transitoria” per garantire la messa in onda della trasmissione.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©