Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dati in crescit. Presentato portale per vacanze a 4 zampe

Randagismo in crescita. In Italia 700 mila cani e 2 milioni di gatti


Randagismo in crescita. In Italia 700 mila cani e 2 milioni di gatti
10/05/2012, 16:05

Circa 700.000 cani randagi e 22.000 colonie feline (che dovrebbero corrispondere a due milioni di gatti). Queste alcune stime del ministero della Salute sul randagismo di cani e gatti, fornite a margine della presentazione del portale www.vacanzea4zampe.info, un'iniziativa che permette di scegliere le strutture dove poter portare in vacanza con se anche il proprio cane o gatto. I dati relativi al 2011 della task force per la tutela animale del ministero registra però che mancano le cifre di otto regioni, tra l'altro quelle dove è più forte il fenomeno del randagismo. Sulla base però di dati aggiornati al 2006, quando c'era l'obbligo delle regioni di trasmettere al ministero le stime sul randagismo, poi riparametrati, oggi la situazione non si discosta di molto. Anzi, da 600 mila randagi che erano si dovrebbe esser giunti a 700 mila. I cani vaganti che nel 2010 sono stati accolti dai canili sono stati 103 mila. I gatti sterilizzati 70 mila. Per il sottosegretario alla Salute, Adelfio Elio Cardinale, l’annoso problema dell'abbandono in estate tornerà a manifestarsi anche quest’anno. «Ciò nonostante – ha affermato Cardinale - non credo che la crisi influirà sul comportamento degli italiani: è una questione di mentalità». Ci sono anche situazioni limite, come quella di Lampedusa citata dal sottosegretario: sull'isola ci sono troppi randagi in proporzione all'estensione del territorio e, oltretutto, c'è un canile nuovo che però non è operativo per varie diatribe. «Andrò a Lampedusa per verificare la situazione», ha concluso il sottosegretario.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©