Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Commando armato di mitra blocca un portavalori, è caos

Rapina da due milioni sulla A16, terrore in autostrada


Rapina da due milioni sulla A16, terrore in autostrada
05/08/2010, 20:08

Almeno una decina di uomini, armati di mitra e pistole, hanno rapinato un portavalori lungo l'autostrada A16, nel tratto compreso fra Avellino est e Benevento, portando via circa due milioni di euro in contanti. Un raid vero e proprio messo a segno da una banda di professionisti, i quali, dopo aver bloccato con un tir il blindato, mettendolo di traverso sulla corsia, hanno minacciato le guardie giurate per poi "sventrare" il veicolo con un flex. Il portavalori, proveniente da una ditta di Benevento, è stato assalito pochi chilometri dalla uscita della galleria Sant'Elena, un po' prima del casello di Benevento. La circolazione è andata immediatamente in tilt: diversi automobilisti, che si sono imbattuti nel blocco stradale, hanno dovuto consegnare le chiavi delle proprie auto ai rapinatori, che sono poi fuggiti a bordo di una Mercedes e una Bmw.
La rapina ha avuto un forte impatto anche sulle condizioni di viabilità: per rimuovere l'autoarticolato sarà necessario l'uso delle gru, e al momento non è possibile procedere da Avellino nella direzione di Bari.
Intorno alle 17.30, a causa della rapina al portavalori di Benevento,  è stato chiuso il tratto compreso tra Avellino est e Benevento, in entrambe le direzioni.
Due mezzi pesanti erano stati messi di traverso, si spiega in una nota, su entrambe le carreggiate. Sul posto il traffico era bloccato e, alle 19, si registravano 2 km di coda in direzione di Canosa e 2 km in direzione di Napoli.
I 2,5 milioni di euro erano stati prelevati da un istituto ad Avellino e dovevano essere portati a Benevento dove stamattina avrebbero rifornito gli uffici postali sanniti.
Sull'autostrada è intervenuta anche la Polizia stradale che ha cercato di ripristinare una situazione di normalità. Solo intorno alle 20 la circolazione è potuta riprendere.
La Squadra Mobile è al lavoro per cercare di individuare gli autori della rapina e eventuali basisti. Le indagini sono rivolte non solo agli ambienti della criminalità campana, ma anche pugliese.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©