Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'uomo bloccato ad Agnano dopo il colpo

Rapina in albergo, arrestato 41enne di Napoli


Rapina in albergo, arrestato 41enne di Napoli
08/03/2010, 14:03


NAPOLI - Ieri notte, i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale, hanno arrestato Gennaro Grandelli, 41enne, napoletano, per rapina aggravata, ricettazione di documenti falsi, possesso di documenti d’identificazione falsi, porto e detenzione di arma da sparo. I fatti hanno avuto inizio verso l’una e mezzo di notte, quando Grandelli si è recato presso un albergo in zona Agnano-Bagnoli ed avvicinatosi al portiere, con la scusa di essere interessato ad una camera, ha improvvisamente estratto una pistola semiautomatica e sotto la minaccia della stessa si è fatto consegnare dal malcapitato circa 70 euro della cassa e 60 euro custoditi nel suo portafoglio. Successivamente, il rapinatore si è fatto accompagnare alla cassaforte dell’albergo che ha trovato vuota. A questo punto è uscito dall’albergo ed a bordo di una Lancia di colore grigio ha tentato una rapida fuga. A pochi metri dall’ingresso dell’albergo, Grandelli si è però scontrato con l’autovettura di una Ditta di vigilanza privata, speronandola, danneggiandola seriamente ed arrecando lesioni ad una delle due Guardie Particolari Giurate che erano a bordo. Grandelli, vistosi impossibilitato nell’utilizzare l’autovettura in suo possesso, si è rapidamente diretto a piedi verso Via Agnano Astroni. Sono bastati pochi minuti e gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, su disposizione della sala Operativa, a cui era stato dato l’allarme, sono giunti sul posto e, dopo accertamenti, sono riusciti a rintracciare ed arrestare Grandelli che stava ancora percorrendo Via Astroni. L’uomo, senza opporre alcuna resistenza, ha serenamente esibito un documento riportante la sua foto ma una diversa identità. Contemporaneamente, altri agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, hanno individuato il proprietario dell’autovettura utilizzata dal rapinatore. Questi, tra l’altro, agli arresti domiciliari, non ha saputo giustificare il fatto che la Lancia di sua proprietà fosse nelle disponibilità di Grandelli ed è stato quindi denunciato per favoreggiamento. All’interno dell’autovettura sono stati rinvenuti due telefoni cellulari, sui quali sono in corso accertamenti. A seguito di individuazione di persona, Grandelli è stato riconosciuto senza ombra di dubbio. I poliziotti hanno accertato che i documenti esibiti dall’uomo non corrispondevano alla sua reale identità, conducendolo al carcere di Poggioreale. Il rapinatore dell’albergo è pertanto risultato essere titolare di numerosi precedenti di polizia, destinatario di un Ordine di Carcerazione e di un provvedimento di revoca della Patente di Guida. Gennaro Grandelli è stato quindi subito associato alla Casa Circondariale di Poggioreale a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©