Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La vittima ha riportato un trauma guaribile in 10 giorni

Rapina in Circumvesuviana fermati in 3, una è minorenne


Rapina in Circumvesuviana fermati in 3, una è minorenne
10/08/2011, 11:08

SORRENTO – Sono giovanissimi gli autori del furto avvenuto questa mattina presso la stazione della Circumvesuviana di Meta di Sorrento ai danni di una coppia di fidanzatini altrettanto giovani tra loro infatti c’è anche una minorenne. La violenza però con cui hanno agito fa concorrenza a rapinatori datati, la vittima infatti, un 18enne di Sorrento, a causa delle percosse è stata medicata dai sanitari dell’ospedale di Sorrento per un trauma cervicale e uno stato d’ansia reattivo da aggressione, guaribile in 10 giorni. Si tratta di Giovanni Di Liberti, 20 anni, residente a Napoli in corso Sirena, già noto alle forze dell’ordine e Alessandro Di Napoli, 18enne di Volla, incensurato mentre è stata denunciata in stato di libertà  un’ incensurata 17enne di Portici, il reato a loro ascritto è quello di rapina.
I 3 nella sala d’attesa della Circumvesuviana del comune di Meta si sono avvicinati ad una coppia di fidanzatini di Sorrento che aspettavano il treno, ad un certo punto, approfittando della distrazione hanno rubato lo zainetto che custodivano sulla panchina. Il ragazzo però si è subito accorto del furto ed ha tentato di riprendersi lo zaino ma è stato aggredito con calci e pugni dai 2 che hanno poi rovistato nello zaino e dopo essersi appropriati di un telefono cellulare sono scappati.  La giovane vittima ha subito denunciato ai carabinieri l’accaduto descrivendo dettagliatamente gli aggressori che sono stati intercettati una strada vicina e riconosciuti dalla vittima che ha potuto riprendersi anche il cellulare che gli avevano rubato trovato in possesso della 17enne. Gli arrestati sono stati tradotti nel carcere di poggioreale e la 17enne è stata affidata ai genitori.

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©