Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tre i malviventi che hanno sparato. Sono ricercati

Rapina in villa: ucciso un 38enne a colpi di pistola

La vittima è Luca Rosi. Il nipotino lo ha visto morire

Rapina in villa: ucciso un 38enne a colpi di pistola
03/03/2012, 09:03

PERUGIA – In tre hanno cercato di ripulire una villa, ma la rapina si è trasformata in una tragedia, con l’uccisione di un uomo 38enne. Siamo in località Ramazzano, nella periferia di Perugia, dove nella notte i malviventi hanno assaltato l’abitazione, situata in una strada isolata, entrando da una porta-finestra. Una volta fatta irruzione, in casa i delinquenti hanno trovato la moglie del proprietario della struttura, il figlio 38enne con la compagna e il nipotino di quest’ultimo: un ragazzino di 8 anni.
Sarebbe stato l’uomo, Luca Rosi, a reagire, scatenando la furia dei tre rapinatori: questi, infatti, hanno sparato diversi colpi di arma da fuoco che per il 38enne sono stati mortali. A quanto pare, i proiettili sparati sarebbero stati quattro e avrebbero colpito Luca Rosi in diverse parti del corpo.
Dopo averlo ucciso, i malviventi si sono dati alla fuga e adesso sono ricercati: nell’immediato, infatti, è scattata una vera e propria caccia all’uomo in tutta la provincia di Perugia, nel tentativo di trovare i delinquenti. Sul caso stanno indagando i carabinieri: per quanto riguarda il bambino, figlio di una sorella della vittima, per fortuna è rimasto illeso, ma ha assistito all’uccisione dello zio.
La vittima, invece, di professione bancario, non abitava nella villa: nella casa abitano i suoi genitori e al momento della rapina, le 22:30 di ieri sera, si trovava lì per caso. Non si tratta del primo caso di rapina in villa finita in tragedia: i carabinieri, infatti, stanno cercando di capire se vi siano collegamenti tra questo episodio e un’altra rapina in villa, sempre nella periferia di Perugia, verificatasi settimane fa. Nel corso di questa una donna venne violentata.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©