Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

RAPINA UNA VECCHIETTA E POI SI SCUSA, MA TIENE LE CARAMELLE PER IL CARCERE


RAPINA UNA VECCHIETTA E POI SI SCUSA, MA TIENE LE CARAMELLE PER IL CARCERE
21/10/2008, 16:10

Un caso di rapina ai limiti del grottesco si è verificato ieri mattina ad Aquileia, in provincia di Udine, dove Antonio Grimaldi, 38 anni, napoletano, nel corso di una rapina compiuta in un'agenzia di Udine di Unicredit, ha minacciato una vecchietta di 80 anni sottraendole la borsetta. Arrestato dai carabinieri la scorsa notte, l'uomo ha chiesto di far pervenire le sue scuse all'anziana donna per averle procurato spavento; ha restituito la borsetta ma ha voluto tenere con sé un pacchetto di caramelle, spiegando che gli tornerà utile "considerata la lunga detenzione" che lo attende in carcere. Gli agenti hanno arrestato anche gli altri tre complici della rapina, che, armati di una lima da unghie, non riuscendo a prendere il denaro dalla cassaforte hanno sottratto 5.000 euro ad un cliente della banca. I loro nomi sono: Alberto Chianese, di 39 anni, di Melito di Napoli; Giuseppe Longobardi, di 55, di Napoli; e Giacchino Cesarano, di 58, di Afragola (Napoli). Il quarto uomo, Antonio Grimaldi, è stato rintracciato nella notte nella stazione di Aquileia dove stava per prendere il treno per fare ritorno a Napoli.

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©