Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Sono entrambi del Napoletano, arrestati nel Casertano

Rapine in banca con taglierino, in manette 17enne e 18enne


Rapine in banca con taglierino, in manette 17enne e 18enne
03/11/2009, 20:11

NAPOLI - Arrestati dalla polizia del casertano due dei componenti di una banda di rapinatori di banche con eta' tra i diciassette e i ventiquattro anni, entrambi di Giugliano, nel napoletano. Agenti dell'anticrimine del commissariato di Maddaloni hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dai giudici per le indagini preliminari del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere e del tribunale per i minorenni di Napoli, nei confronti di Francesco Panico, diciottenne e di H.G., diciassettenne, responsabili della rapina del 6 luglio scorso in danno del Banco di Napoli in via Capillo nella cittadina samaritana. Stando alle indagini, i rapinatori, armati di taglierino, avevano costretto i dipendenti e i clienti presenti a chiudersi in bagno, portando poi via 3mila euro contenuti nelle casse degli sportelli, per poi allontanarsi a piedi. Il 23 settembre scorso, poi, gli stessi due, unitamente ad altri tre complici, sono stati arrestati in flagranza di reato dai carabinieri della compagnia di Cerreto Sannita, durante una rapina ai danni della filiale di Telese Terme della Banca popolare di Novara, portando via 2mila euro appena depositati da uncliente ma trovando i carabinieri all'uscita. Dopo l'arresto, i rapinatori furono fotosegnalati, e questo ha determinato il riconoscimento da parte del sistema AFIS, precedentemente implementato dal commissariato di Maddaloni, degli autori della rapina casertana. A carico del rapinatore maggiorenne e di altri complici, poi, sono emersi indizi di responsabilita' per altre due rapine in banca compiute nel beneventano, nel periodo da gennaio a settembre.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©