Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ieri era stata arrestata l'altra componente della banda

Rapine in gioiellerie, arrestato anche il complice


Rapine in gioiellerie, arrestato anche il complice
12/08/2011, 12:08

ACERRA- Dopo l’arresto di ieri di Natascia Picardi pregiudicata 20enne residente a Mian per le rapine effettuate in diverse gioiellerie della Campania è stato arrestato anche il suo complice. Salvatore Russo  35 anni è stato infatti sottoposto a fermo per rapina aggravata ad Acerra dai Carabinieri della Stazione di Casavatore con i colleghi del nucleo operativo della compagnia di Casoria. L’uomo attualmente era sottoposto alla libertà vigilata ed è  ritenuto affiliato al clan camorristico “ La Montagna” operante nelle zone di Caivano ed Acerra. L’uomo, assieme a Natascia e ad altri complici in via d’identificazione, è sospettato di aver rapinato: l 5 luglio in una gioielleria di Benevento, con bottino di 250.000 euro;  il 19 luglio una gioielleria a Scauri (Lt), con bottino di 80.000 euro; ed  il 3 agosto una gioielleria di Acerra, bottino di 300.000 euro. In particolare il 35enne, con la complice, entrava nelle gioiellerie fingendo l’acquisto di 2 fedine con un’incisione all’interno. Lasciava un acconto al gioielliere, conquistando la sua fiducia e nei giorni successivi si ripresentavano per ritirate gli anelli e una volta entrati nel negozio, con altri complici armati di pistola, li derubava. Sottoposto a perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 63.000 euro in contanti, assegni per un importo totale di 12.000 euro e vari monili oro per un valore complessivo di 40.000 euro che in parte sono stati riconosciuti dal titolare della gioielleria di Benevento. Tutto il materiale è stato sequestrato. L’uomo, che è stato condotto nel carcere di Poggioreale,  è stato identificato con i filmati della video sorveglianza di cui i negozi erano dotati ed inoltre è stato formalmente riconosciuto in fotografia dalle sue vittime.

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©