Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il fatturato è di 140 miliardi di euro

Rapporto Sos Impresa, la mafia come una banca


Rapporto Sos Impresa, la mafia come una banca
10/01/2012, 12:01

ROMA - 140 miliardi di euro con un utile superiore ai cento miliardi. Eccolo il fatturato della criminalità organizzata, che si conferma il più grande agente economico del paese. A metterlo in evidenza è il rapporto di Sos Impresa, dal titolo Le mani della criminalità sulle imprese.  “Mafia spa è la prima banca d'Italia – si legge nel rapporto -  con 65 miliardi di euro di liquidità”.

Il solo ramo commerciale della criminalità mafiosa e non, che incide direttamente sul mondo dell'impresa, secondo Sos Impresa, sfiora i cento miliardi di euro, pari a circa il 7% del pil nazionale.

Ad evidenziare le difficoltà di tutte le imprese del commercio, prese di mira dalla criminalità organizzata, è il presidente di Confesercenti, Marco Venturi: “Bar, ristoranti, negozi, alberghi subiscono 1300 reati al giorno, praticamente 50 ogni ora, quasi un reato al minuto. Sono oltre un milione gli imprenditori vittime di un qualche reato, ovvero un quinto degli attivi".

E anche la Coldiretti interviene sulla questione sottolineando che, così come hanno messo in luce recenti operazioni delle forze dell'ordine, i prezzi della frutta e verdura triplicano (+200 per cento) dal campo alla tavola anche per effetto delle infiltrazioni della malavita nelle attività di autotrasporto. “Le imprese agricole e i consumatori - precisa la Coldiretti - subiscono l'impatto devastante delle strozzature di filiera su cui si insinua un sistema di distribuzione e trasporto gonfiato e alterato troppo spesso da insopportabili fenomeni di criminalità che danneggiano tutti gli operatori. L'effetto è un crollo dei prezzi pagati agli imprenditori agricoli, che in molti casi non arrivano a coprire i costi di produzione”.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©