Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Crollo causato da esplosione. Possibile problema domestico

Ravenna, crolla palazzina. Due morti ed un ferito grave


Ravenna, crolla palazzina. Due morti ed un ferito grave
08/12/2009, 21:12

CASTELBOLOGNESE - È di due morti ed un ferito il bilancio del crollo di una palazzina in provicnia di Ravenna. Una vera e propria tragedia avvenuta in seguito all'esplosione di un appartamento in una palazzina a due piani a Castelbolognese. Secondo le prime ricostruzioni, l’esplosione sarebbe stata generata da una fuga di gas per un guasto domestico.
Nella tragica vicenda, hanno perso la vita Aureliano Borzatta, di 84 anni, ex assessore del comune di Castelbolognese, e la compagna Maria Bellini, di 81. Le due anziane vittime sono morte carbonizzate, ma non hanno accusato nulla di quanto stesse accadendo intorno dal momento che dormivano nel proprio letto. I loro corpi sono stati ricomposti all'obitorio di Faenza.
È rimasto gravemente ferito, invece, Stefano Ciamei, 33 anni, nipote di Aureliano. Il giovane, schiacciato da una parete crollata, è stato ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Bufalini di Cesena con fratture  e ustioni anche se non sarebbe in pericolo di vita.
Unica scampata alle fiamme è stata Tecla Borzatta, 80 anni, sorella di Aureliano, che abitava al secondo piano. L'ottantenne, subito dopo l'esplosione, è scesa in strada per chiedere aiuto.
L’allarme è stato inizialmente lanciato da alcuni residenti del posto che hanno sentito grida d’aiuto provenire dalla palazzina prima di un forte boato che sanciva l’esplosione. Nessuno è però riuscito a dare i primi soccorsi alle vittime. Difficile anche l'intervento dei vigili del fuoco che hanno dichiarato inagibili anche gli appartamenti vicini.
Sul posto sono giunti anche gli agenti di polizia che hanno dato il via immediato alle indagini.
Secondo le prime ipotesi, si tratterebbe di un incidente domestico.

 

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©