Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Rc auto, da Federconsumatori un Osservatorio Permanente contro il caro assicurazioni


Rc auto, da Federconsumatori un Osservatorio Permanente contro il caro assicurazioni
28/03/2012, 13:03

Il presidente Sorrentino: “I dati Isvap sono poco attendibili, poiché difficilmente verificabili e soggetti a manipolazioni. Non ci fidiamo più: occorre dar vita ad un nuovo sistema di controllo che introduca maggiori elementi di trasparenza”

Un modulo scaricabile online dal sito e a disposizione dei Comuni della provincia per monitorare l’andamento dell’Rc auto. Parte così, in questi giorni, la campagna di rilievo e monitoraggio di polizze e prevntivi. “I dati, in questo modo rilevati, ci consentiranno di realizzare un campione più aderente alla realtà rispetto a quello registrato dall’Autorità di vigilanza sul settore, l’Isvap, e di monitorare quali sono le compagnie assicurative che davvero si attengono alla nuova normativa, dopo la recente approvazione del decreto sulle liberalizzazioni, e smascherare le altre” spiega il presidente Peppe Sorrentino. Buona pratica, quindi, e partecipazione civica come criterio guida per la regolazione di un mercato “su cui pesa ancora la totale asimmetria totale tra consumatori e le società assicuratrici che fanno sistema, scambiandosi dati diretti e indiretti, mettendo in piedi un monopolio governato da pochi gruppi imprenditoriali”. “A questo punto - continua Sorrentino - si fa forte la necessità di dar voce, in maniera diretta, al disagio dei cittadini campani e del Sud Italia finora discriminati, dando loro la possibilità di partecipare attivamente al controllo dell’operato del cartello di imprese, divenuto ormai lobbistico e monocratico. La nostra esperienza sul campo ci porta ad affermare che spesso all’Isvap non arrivano le segnalazioni dei cittadini che, invece, giungono ai nostri sportelli. Del resto lo stesso Istituto lavora sui dati aggregati delle compagnie, quindi poco attendibili, poiché difficilmente verificabili e soggetti a manipolazioni ad arte. Non ci fidiamo più: occorre dar vita ad un nuovo sistema di controllo che introduca maggiori elementi di trasparenza per offrire una più efficace strategia di intervento”. Infine il monito: “Le compagnie assicurative hanno l’obbligo per legge di fare preventivi scritti, invitiamo tutti coloro che si trovassero di fronte ad assicuratori che non vogliono rilasciarli, a rivolgersi senza indugio alle forze dell’ordine. Noi, come associazione a tutela dei consumatori, agiremo nelle sedi opportune grazie ai verbali di denuncia”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©