Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il giovane con la fidanzata aveva tentato la fuga

Reagisce ad una rapina, ucciso studente nel Napoletano


.

Reagisce ad una rapina, ucciso studente nel Napoletano
05/11/2011, 09:11

NAPOLI - Reagisce ad una rapina e viene ucciso dai malviventi. E’ successo nel Napoletano ad uno  studente di 27 anni, Carlo Cannavacciuolo,   di  Santa Maria La Carità.  

Il giovane si era appartato in una Panda con la fidanzata venticinquenne quando si sono avvicinati i banditi armati. Cannavacciuolo ha messo in moto l'auto tentando di fuggire. I rapinatori hanno sparato allo studente ferendolo alla tempia destra, ma il giovane è morto poco prima dell’arrivo dei soccorritori.

Attualmente sono in corso interrogatori e posti di blocco in tutta la zona a ridosso di Castellammare di Stabia. Le indagini delle forze dell'ordine mirano a risalire all'identità dei malviventi. La fidanzata del giovane, anche lei studentessa universitaria alla Federico II, in forte stato di choc, è stata ascoltata dai militari della compagnia di Castellammare.

A terra, in via Ponticelli, restano i vetri dell'auto, infranti dai proiettili, mentre spunta un altro testimone, oltre alla ragazza, si tratterebbe  di un uomo che vive nella zona. 

Il padre di Carlo Cannavacciuolo, Giovanni, ex agente di polizia in pensione, conosce la strada teatro dell'aggressione mortale: “Quello è un posto maledetto - dichiara all'Ansa -, dove fanno spesso rapine ed a terra è pieno di siringhe”.

Il precedente, nel luglio del 2008, nella zona di Quisisana (a pochissimi chilometri di distanza dall'omicidio di ieri notte), dove  fu ucciso Raffaele Gargiulo, di 38 anni. L’uomo si era appartato in automobile con un'amica, quando due persone armate si avvicinarono alla vettura.  Gargiulo mise in moto l’auto per fuggire, ma uno dei rapinatori sparò un colpo di pistola 7,65 che lo raggiunse al cavo ascellare, uccidendolo all’istante. L’auto, una Renault Clio, finì fuori strada, mentre i due rapinatori si dileguarono.L'amica della vittima - una donna sulla trentina - rimase illesa.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©