Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli. Gli hacker riescono ad accedere ai conti correnti

Record di furti online in Campania: vittima anche Siani


.

Record di furti online in Campania: vittima anche Siani
22/01/2011, 15:01

NAPOLI - Un vero e proprio boom di furti on line. E' quello che registrano gli agenti della Polizia Postale napoletana (guidata dal primo dirigente Domenico Foglia) da qualche mese a questa parte. Si parla di identità informatiche rubate, molto spesso profili Facebook o indirizzi email. Otto, diecimila all'anno solo in Campania. Le vittime sono spesso ignare di avere un cosiddetto malware sul proprio computer, un potentissimo virus in grado di leggere identificativi e password grazie ai quali l'hacker riesce ad incamerare dati importantissimi. La procedura è quasi sempre la stessa: si inviano mail dal contenuto indecifrabile, con allegati. Chi è al computer tende ad aprirli, per verificarne l'attendibilità. Quando si aprono questi allegati, però, si spalancano le porte al virus che da quel momento in poi rimane stabilmente sul computer e comincia ad inviare dati rilevanti all'hacker. Codici di conti correnti online, password di account personali e così via. Si calcola che nel 2008 abbiano agito su internet circa 15 milioni di malware. Una delle ultime vittime illustri è stato Alessandro Siani. Il noto attore partenopeo si è recato presso la polizia postale napoletana per denunciare la violazione della sua privacy: un hacker era infatti riuscito a rubare alcune foto dal suo computer ed a pubblicarle su internet attraverso un profilo falso. I consigli sono semplici: dotarsi di un potente antivirus, frequentare siti protetti e, soprattutto, non aprire file sospetti o inviati da sconosciuti.

Commenta Stampa
di Davide Schiavon
Riproduzione riservata ©