Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sull'Isola del Giglio l'Arpat e la Commissione Ambiente

Recuperati altri 600 metri cubi di carburante dalla Concordia

Agresti (Pdl): "Assegniamo il Gonfalone d'argento al popolo"

Recuperati altri 600 metri cubi di carburante dalla Concordia
15/02/2012, 16:02

ISOLA DEL GIGLIO (GROSSETO) - Vanno avanti i lavori per il recupero carburante della Costa Concordia, arenata il 13 gennaio davanti all’Isola del Giglio. Stamattina i tecnici della Neri Livorno e della compagnia olandese Smit hanno pompato 600 metri cubi di carburante. Al porto del Giglio, insieme ai tecnici dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Toscana sono arrivati anche i membri della Commissione regionale Territorio e ambiente per verificare da vicino l’andamento dei lavori. Il presidente della Commissione Vincenzo Ceccarelli del Pd ha dichiarato: “Abbiamo acquisito informazioni rassicuranti sulle operazioni di de-fueling, sul rischio inquinamento, sul recupero rifiuti, sulla stabilità della nave e sul piano di rimozione del relitto. Ora l’obiettivo principale è quello di rimuovere la nave. È importante che la Costa abbia deciso di tenere presente sia il minor impatto ambientale che il minor impatto sulle dinamiche socioeconomiche dell’isola”. Il vicepresidente della Commissione Andrea Agresti del Pdl ha espresso il desiderio di proporre al Consiglio regionale l’assegnazione del Gonfalone d’argento alla popolazione dell’Isola del Giglio perché “si è attivata subito e con il cuore”. Lo stesso sindaco del Giglio Sergio Ortelli ha ribadito che “il sistema tutto ha funzionato nonostante la situazione anomala di emergenza e la mancanza di protocolli. Abbiamo salvato 4200 persone”.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©