Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Sostenevano il boss Condello

Reggio Calabria: 'Ndrangheta, 17 fermi


Reggio Calabria: 'Ndrangheta, 17 fermi
13/03/2012, 09:03

REGGIO CALABRIA – Agevolavano la latitanza di Domenico Condello, il 56 enne in fuga dal 1990 ed inserito nell’elenco dei latitanti di massima pericolosità, erano affiliati alla cosca del criminale operante a Reggio Calabria e avevano un’ intestazione fittizia di beni aggravata dalle modalità mafiose. Ecco perché i carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Reggio Calabria, nell’ambito dell’operazione denominata “Lancio”, hanno fermato ben 17 persone.
Risulta, però, ancora in fuga il latitante sul quale pende una condanna all’ergastolo.
L'operazione eseguita dai militari, costituisce la prosecuzione di una altra azione “Reggio-Nord”, condotta dai carabinieri il 5 ottobre 2011. Quella volta, furono individuati una parte degli interessi economici della cosca ed in particolare quelli relativi all'acquisizione del villaggio-discoteca “Il Limoneto”, una delle strutture turistiche più importanti dell'hinterland reggino. Locale, inoltre, che secondo l'accusa sarebbe stato riconducibile allo stesso Condello anche se intestato a soggetti senza precedenti.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©