Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Era il più importante della regione

Reggio Calabria, neofascisti incendiano centro sociale


Reggio Calabria, neofascisti incendiano centro sociale
15/05/2012, 15:05

Istantanee da un’altra epoca. E invece è la nostra. Stanotte a Reggio Calabria è andato in fiamme il centro sociale 'Angelina Cartella', il luogo di produzione socio culturale più importante e più antico della città, il più celebre della Calabria. Ora è un cumulo di macerie e la mano che ha appiccato il fuoco è chiaramente fascista: le svastiche incise sui muri e gli slogan che inneggiano al nazismo sono la firma dell’attacco. Stamattina sono arrivate le forze dell’ordine ed è stata aperta un’inchiesta. Secondo le prime indagini, le fiamme sono divampate dall’interno dell’edificio, poiché a bruciare totalmente sono stati gli arredi interni e le travi che sorreggevano il soffitto.  
Questa aggressione non è un fulmine a ciel sereno: da tempo il collettivo denunciava minacce e azioni di sabotaggio. Una delle tante, quella alla vigilia del Primo maggio, quando è stata completamente distrutta la cucina del centro sociale. Evidentemente non era abbastanza per un intervento delle forze dell’ordine.  
Alle 17 è stata convocata un'assemblea fuori da quel che rimane del centro sociale.

Commenta Stampa
di Gaia Bozza
Riproduzione riservata ©